Architettura Sacra

I primi riscontri per quanto concerne l’architettura di origine sacra, si hanno storicamente circa un migliaio di anni prima della nascita di Cristo, nel momento in cui vengono portati alla luce ritrovamenti tombali di quel periodo, quali testimonianza di forme rituali post moderni che le antiche popolazioni celebravano in memoria dei propri defunti.

Le origini dell’architettura sacra così come la conosciamo oggi, invece, sono da far risalire al iv secolo d.c (periodo Paleocristiano), momento in cui l’Imperatore Costantino autorizzò in tutto l’Impero il culto della religione cristiana.

Da questo momento in poi la costruzione di edifici sacri e luoghi di culto cristiani assumerà grande rilevanza a livello politico, culturale e religioso, consentendo l’edificazione di chiese, basiliche, cattedrali, duomi e altri luoghi ritenuti sacri.

L’architettura religiosa di ispirazione cristiana contribuirà nei secoli in maniera notevole al proliferare di edifici e monumenti di natura sacra.

Questo farà si che all’interno di chiese, basiliche ed in tutti i luoghi di culto vengano raccolti e conservati ancora oggi oggetti artistici importanti, quali affreschi, quadri, sculture e via dicendo.

L’architettura di origine sacra, chiaramente, non si esaurisce soltanto con quella di ispirazione cristiana, ma va ad abbracciare tutta la produzione artistica appartenete ai vari culti religiosi (ebraico, musulmano, induista, etc, etc).

Author: