Glossari.it





indice glossari e dizionari
elenco acronimi sigle abbreviazioni
elenco lista aeroporti sigle iata
elenco ccTLDs Top Level Domains
Geographical Information System
glossario protezione civile
glossario urbanistica
museologia beni culturali
glossario fotografia digitale
glossario produzione video
glossario energia elettrica
glossario birra - champagne
glossario armi bianche e da taglio
glossario astrologia
glossario bonsai - giardinaggio
glossario libri e bibliofilia
glossario diamanti - orologi - perle
glossario pietre preziose gemme
glossario allergie - maternità
termini cardiologia cardiomiopatia
glossario odontoiatria
glossario psicologia psicanalisi
glossario glossario astronomia
glossario micologia e funghi
glossario vulcani e terremoti
glossario formazione corsi
armi da fuoco tiro sportivo
glossario vela navigazione
glossario antico egitto
glossario preistoria protostoria
automobili sicurezza stradale
glossario logistica trasporti
santi toscani - Tour, concerti e festival di musica dal vivo

 

Vogue Gioiello


 

 

 


Glossari.it >> gioielli >> perle A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Glossario delle perle

A

Abalone - [vedi "Haliotis gigantea"]

Acefali - [vedi "bivalvi"]

Acqua - Fenomeno ottico: effetto combinato di splendore e oriente, che produce una sensazione di semitrasparenza unita a calda luminosità sulla superficie delle perle.

Adduttore - Muscolo dei Molluschi Bivalvi che unisce l'interno di ciascuna valva, consentendo i movimenti di adduzione e permettendo all'ostrica di aprirsi e di chiudersi.

Akoya - [vedi "Pinctada martensii"]

Akoya-Gai - [vedi "Pinctada martensii"]

Alasmodon margaritifera - mollusco bivalve di acqua dolce, che vive nei fiumi del Canada. Produce perle naturali calcitiche, a struttura raggiata.

Ama (o Amah) - Donne giapponesi che, sino alla metà degli anni 60, erano addette alla pesca delle ostriche Akoya utilizzate nell'industria delle perle di coltura.

Anodonta cygnea - Mollusco bivalve perlifero di acqua dolce, della famiglia Unionidae. La conchiglia è sottile e può raggiungere anche 20 cm di lunghezza. Le perle furono descritte già nel 1852 dal naturalista italiano Filippo De Filippi, che vi distinse un nucleo organico prodotto da un Trematode (verme parassita).

Anucleata (perla a.) - [vedi "perla di coltura senza nucleo"]

Apice - [vedi "umbone"]

Aragonite - Modificazione cristallina del carbonato di calcio (CaCO3). Polimorfo di alta pressione della calcite. Cristallizza nel gruppo trimetrico, sistema rombico, con abito prismatico allungato oppure in trigeminati tali da simulare prismi esagonali. L'abito pseudoesagonale è tipico dei cristallini di aragonite che costituiscono le perle (ad esclusione delle perle di Alasmodon e di Pinna, con struttura particolare). Poichè è assurdo pensare che nelle perle l'aragonite si formi per l'azione di alte pressioni, bisogna ipotizzare che l'ambiente chimico sia tale da favorire la precipitazione di una variante del calcio a diversa coordinazione. Nell'ambiente sedimentario, infatti, l'aragonite si forma con facilità in condizioni metastabili, favorita da attività biologica oppure da precipitazione chimica da soluzioni cariche di ioni quali stronzio, piombo, zinco.

Awabi - [vedi "Haliotis gigantea"]

B

Barocca - Perla di forma irregolare, molto utilizzata nei gioielli figurati del Rinascimento.

Binario - Detto di diagramma di diffrazione o diffrattogramma o lauegramma, nel quale compaiono quattro macchie scure centrali, contornate da sei o più macchie esterne più lievi. Si ottiene esponendo all'azione dei raggi X un geminato di aragonite perpendicolarmente all'asse c di allungamento. I diffrattogrammi binari sono tipici delle perle di coltura.

Biologico - Che ha origine organica, da organismi viventi (animali e vegetali).

Bisso - protuberanza (filo corneo) con la quale alcuni molluschi marini (Lamellibranchi) si ancorano al fondo. Quello della Pinna nobilis è uno spesso cordone di fibre setose (4, 10 o anche 20), lunghe parecchi centimetri. In passato veniva raccolto in Sicilia, lavato con acqua e sapone, fatto essiccare e lavorato. Assumeva un aspetto dorato e setoso, tanto da essere denominato seta marina ed era molto ricercato per accessori di lusso.

Bivalve - conchiglia di mollusco formata da due valve incernierate. Mollusco il cui guscio o conchiglia è costituito da due parti o valve.

Biwa (o Biwako) - Lago del Giappone occidentale. [vedi anche "perla Biwa"]

Blister - [vedi "perla Blister" e "perla Blister di coltura"]

Bottone - [vedi "perla a bottone"]

Bu - Antica unità di misura giapponese. 1 bu = 3,03 mm. E' ancora utilizzato nell'industria della coltivazione delle perle per misurare la grandezza del nucleo di madreperla.

C

Calcite - Modificazione cristallina stabile del carbonato di calcio (CaCO3). Cristallizza nel gruppo dimetrico, sistema trigonale, con abito romboedrico, scalenoedrico o prismatico.

Carato (metrico) - Unità di misura della massa utilizzata per le perle di coltura (e per le gemme in genere). 1 carato (simbolo ct) corrisponde a 0,20 grammi. 1 grammo = 5 carati.

Carbonato di calcio (CaCO3)- Nelle perle cristallizza come aragonite e come calcite.

Carotenoidi - Pigmenti organici vegetali e animali gialli, arancioni e rossi. Alla loro presenza è dovuta la colorazione delle perle rosa. Tali pigmenti si decompongono se esposti ai raggi ultravioletti della luce solare. Pertanto, anche la colorazione delle perle rosa non è stabile e tende a sbiadire per esposizione prolungata alla luce del sole.

Cefalopodi - Molluschi univalvi il cui nome deriva da kephalE'=testa e podòs=piede, ossia molluschi i cui piedi partono dalla testa. Sono i molluschi più evoluti. Il genere Nautilus (famiglia Nautilidae), di ambiente marino, è l'unico genere con conchiglia esterna e produce occasionalmente perle.

Centro (di collana) - [vedi "graduata"]

Chicco di riso - Definizione attribuita alle perle di coltura di acqua dolce cinesi, di forma ovale schiacciata e di piccole dimensioni, ottenute inizialmente dalla Cristaria plicata.

Clam - perle biancastre o giallognole, prodotte da Molluschi del genere Pinctada o Unio.

Collare - Collana a tre o più fili di perle uniformi, di lunghezza 30,5-33 cm.

Colorazione per impregnazione - Trattamento delle perle. Si tratta di una ricoloritura che viene abbinata al trattamento base di schiaritura o decolorazione. Nel foro della perla viene introdotta colorazione artificiale (soluzione con 10% di eosina o anilina) per ottenere una sfumatura rosata.

Colore - tinta della perla. Viene considerato in termini di colore di fondo (base) e di colore addizionale (insieme delle sfumature prodotte dalla diffrazione della luce).

Coltivata (perla c.) - [vedi "perla di coltura"]

Coltivazione - Ciascuna delle tecniche utilizzate dall'uomo per indurre artificialmente nei molluschi la produzione delle perle. Si avvale dell'opera di tecnici specializzati, che innestano nei molluschi agenti irritanti (sferette di madreperla, raramente di altri materiali, o frammenti di epitelio), attorno ai quali inizia la deposizione di perlagione. In senso generico, il termine indica anche la zona dove avviene la coltivazione oppure dove si trova l'impianto di produzione.

Composita (perla c.) - Costituita da alcune parti unite artificialmente. [vedi anche "mabe"]

Composizione chimica (delle perle) - Le perle naturali risultano composte per l'82-92% da carbonato di calcio (principalmente aragonite), per il 4-14% da conchiolina (sostanza organica), per il 2-4% da acqua, più piccole percentuali (meno dell'1%) di elementi chimici diversi (Mn, Mg, Sr, K, Li, Cu, Zn, Cl, P).

Conch
- perle in genere colorate, con struttura a fiamme iridescenti, a bande, raggiata, prodotte da Gasteropodi, ma anche da alcuni Lamellibranchi (Pinna, Tridacna). Quelle di Tridacna sono bianche.

Conchiglia - Involucro carbonatico duro e rigido (guscio) di cui sono forniti molti molluschi. Può essere univalve o bivalve.

Conchiglia a labbra d'argento - [vedi "Pinctada maxima"]

Conchiglia a labbra dorate - [vedi "Pinctada maxima"]

Conchiglia a labbra nere - [vedi "Pinctada margaritifera"]

Conchiglia-ala - [vedi "Pinna nobilis"]

Conchiglia-finestra
- [vedi "Placuna placenta"]

Conchiolina
- Scleroproteina (C32H48N2O11) di tipo cheratina (polisaccaride azotato) che, insieme al carbonato di calcio, costituisce il guscio dei Molluschi e gli strati di perlagione delle perle.

Concrezionare - Di concrezione.

Concrezione (biologica) - Aggregato inorganico o organico oppure misto; corpo estraneo che si forma in un organismo per precipitazione di sali o per apporto progressivo di materiali (es. le perle).

Connettivo (tessuto c.) - Tessuto che ha la funzione di connettere altri tessuti fra loro, favorendone la nutrizione e proteggendo gli organi. Nei Molluschi - parte muscolare intermedia del mantello, costituita da fibre lisce unicellulari.

Consistenza - spessore dello strato esterno di perlagione, nelle perle di coltura con nucleo. Più è consistente, maggiore è il valore della perla.

Cristaria plicata - Mollusco perlifero di acqua dolce, della famiglia Unionidae. Vive nei canali e nei fiumi della Cina. La conchiglia è più sottile, più bassa e di dimensioni più ridotte di quella dell'Hyriopsis, anche se di lunghezza può raggiungere 15-20 cm. Quando raggiunge 8 cm di lunghezza è utilizzata per produrre perle di coltura senza nucleo (o a nucleo organico).

D

Dar - Termine con il quale gli arabi indicavano anticamente la perla. Tradotto dai greci come 'pietra di Pinna'.

Decolorazione - Trattamento che si applica sia alle perle naturali sia a quelle di coltura. Consiste nell'immersione per parecchie ore in bagni di perossido di idrogeno a 30-120 volumi, a volte diluito con acqua.

Diffrattogramma - Detto anche lauegramma. Pellicola radiografica piana che viene impressionata in più punti da un fascio di raggi X diffratto dalla sostanza attraversata.

Diffrattometria X - Tecnica di analisi che utilizza la diffrazione dei raggi X da parte delle sostanze. I metodi utilizzati sono due - di Laue, o del cristallo singolo, e di Debye, Scherrer e Hull o delle polveri.

Diffrazione - Fenomeno dovuto alla natura ondulatoria delle radiazioni, per cui queste, incontrando piccolissimi oggetti o attraversando fenditure, si propagano al di là di essi seguendo direzioni diverse da quella prevista dall'ottica geometrica.

E

Ectoderma - [vedi "epitelio esterno"]

Endoscopio - Apparecchiatura messa a punto a Parigi da Chilowsky e Perrin nel 1920. Era utilizzato per distinguere le perle naturali da quelle di coltura con nucleo, se forate. Un raggio di luce veniva indirizzato nel foro e si osservavano le modalità di riflessione su un piccolo specchio.

Endostraco - [vedi "madreperla"]

Epiteliale - Che fa parte dell'epitelio, costituito dall'epitelio.

Epitelio - Tessuto mancante di vasi sanguigni che ha funzione di rivestimento. Nei Molluschi costituisce lo strato interno (epitelio interno) e lo strato esterno (epitelio esterno) del mantello.

Epitelio esterno - Tessuto di rivestimento del mantello costituito da uno strato di cellule epiteliali (ectoderma) direttamente a contatto con il guscio. L'ectoderma secerne conchiolina e carbonato di calcio ed è responsabile della formazione del guscio del mollusco.

Epitelio interno - Tessuto di rivestimento del mantello formato da cellule epiteliali che costituiscono l'apparato respiratorio del Mollusco.

Esfoliazione - Trattamento eseguito sulle perle invecchiate o disidratate. Consiste nell'asportare alcuni strati superficiali di perlagione per uno spessore massimo di mezzo micron.

Essenza d'Oriente - Sospensione di guanina in un liquido organico (generalmente nitrato di cellulosa).

F

Freshwater - Termine anglosassone che indica le acque dolci. E' riferito alle perle prodotte in fiumi, laghi e stagni, siano esse naturali (freshwater natural pearl) oppure coltivate (freshwater cultured pearl o perle di coltura senza nucleo).

G

Gamanose - Nome generico attribuito ai molluschi della famiglia Unionidae che vivono nel fiume Yangtse in Cina. La madreperla della conchiglia, prima della chiusura dei mercati cinesi, era utilizzata per produrre i nuclei delle perle di coltura giapponesi.

Gasteropodi
- Molluschi univalvi il cui nome deriva da gaster=stomaco e podòs=piedi, ossia molluschi il cui stomaco funge da piede. Hanno una conchiglia unica avvolta attorno ad un asse più o meno allungato. Le specie perlifere sono di ambiente marino e appartengono alle famiglie Haliotidae, Strombidae, Turbinidae e Volitidae.

Geminato
- Caso speciale di associazione tra due o più individui della stessa specie minerale secondo una regola (legge di geminazione) che ne mette in comune due elementi cristallografici. Nelle perle e nella madreperla i cristalli di aragonite sono sempre trigeminati - si riconoscono tre individui cristallini uniti a formare prismi pseudoesagonali, manifestando un'apparente simmetria superiore.

Ghiacciamento - Perdita dello splendore, che può gradatamente diminuire nel tempo.

Girocollo
- Collana di perle uniformi, a un filo, di lunghezza 35,5-40,5 cm.

Graduata
- Collana di un filo di perle, a scalare, di lunghezza 43.48 cm. La perla più grande, circondata da due perle delle stesse dimensioni, è definita centro, mentre le perle vicine al centro sono chiamate spalle.

Grande Conch - [vedi "Strombus gigas"]

Grano
- Unità di misura della massa utilizzata solo per le perle naturali. Corrisponde a 0,05 grammi. 1 grammo = 20 grani.

Guanina - Minuscoli cristalli luminosi della membrana di rivestimento delle squame di pesce, che vengono rimossi con un detergente acquoso e utilizzati per comporre l'essenza d'Oriente.

Guscio - [vedi "conchiglia"]

H

Haliotidae - Famiglia di molluschi perliferi della classe dei Gasteropodi, alla quale appartiene il genere Haliotis.

Haliotis gigantea - Mollusco marino perlifero della famiglia Haliotidae. Vive nei mari tropicali e può raggiungere dimensioni di 25 cm. E' detto anche abalone, orecchio di mare e awabi. La conchiglia è caratterizzata da una serie di fori allineati lungo la carena dell'ultimo giro e da una superficie ventrale madreperlacea dalle bellissime sfumature di colore verde, grigio, blu e porpora. Produce perle barocche dello stesso colore della madreperla, denominate perle abalone oppure perle di Haliotis.

Haliotis rufescens - Mollusco perlifero della famiglia Haliotidae. Produce occasionalmente perle di colore rossastro.

Hyriopsis cumingi - Mollusco perlifero di acqua dolce della famiglia Unionidae. E' noto anche come mollusco triangolo per la forma della conchiglia - ovale a tre punte. Vive nelle acque della Cina ed è denominato san jiao bang. E' stato di recente utilizzato per produrre perle di coltura senza nucleo di qualità migliore (sferiche, con superficie liscia) e di dimesioni maggiori (anche 12 mm di diametro) di quelle ottenute dalla Cristaria plicata.

Hyriopsis schlegeli
- Mollusco perlifero di acqua dolce della famiglia Unionidae. Vive nelle acque del Giappone (nel lago Biwa, a Kasumigaura, a Kaizu) e della Cina. La conchiglia è resistente, di forma ovale, e può raggiungere 20-30 cm di lunghezza e 15-25 cm di larghezza. E' stato utilizzato, nel lago Biwa e nel lago Kasumigaura, per produrre le prime perle di coltura senza nucleo (1924), poichè non era possibile impiantare un nucleo rigido di madreperla a causa della massa viscerale eccessivamente contorta.

I

Ibrido - Incrocio fra due specie diverse dello stesso genere.

Ike-Cho-Gai - [vedi "Hyriopsis schlegeli"]

Imitazione - [vedi "perla di imitazione"]

Inclusione
- Cristallo oppure materiale solido, liquido, gassoso o multifase inglobato in una gemma o in un minerale.

Impregnazione - Tipo di trattamento applicato alle perle. Vedi anche colorazione per impregnazione e impregnazione con olio.

Impregnazione con olio - Trattamento superficiale. Consiste nell'impregnare la parte superficiale della perla con olio vegetale, per conferire maggiore lucentezza. L'effetto è di breve durata.

Infiltrazione - Tipo di trattamento applicato alle perle di coltura con nucleo. Quando lo strato esterno di perlagione si stacca, dall'interno del foro passante vengono eseguiti fori sussidiari attraverso i quali si inietta una piccola quantità di colla per riattaccare il nucleo.

Infrarosso - Campo di radiazioni che, nello spettro elettromagnetico, si estende dal limite superiore del visibile (780 nm nel vuoto), costituito dal rosso, sino alla regione delle microonde (1 mm). Comprendono un intervallo di lunghezze d'onda tra alcuni millesimi di millimetro e il millimetro.

Innesto - Operazione che consiste nell'introdurre in un mollusco perlifero, in profondità nel mantello, un nucleo sferico di madreperla (raramente di altro materiale rigido) e un piccolo pezzetto di membrana epiteliale (parenchima), che da solo è in grado di costruirsi attorno il sacco perlifero (nel caso delle perle di coltura con nucleo). Oppure - introduzione, in un mollusco perlifero di acqua dolce, di minute sezioni (da 20 a 60) di un frammento del mantello di un altro mollusco (nel caso delle perle di coltura senza nucleo).

Interferenza - Effetto di mutua influenza e sovrapposizione di due onde luminose omogenee, della stessa frequenza e, approssimativamente, della stessa direzione.

Iridescenza - Fenomeno ottico. Riflesso multicolore della superficie, causato nelle perle da fenomeni di interferenza della luce a livello degli strati più esterni.

Irradiazione - Tipo di trattamento applicato alle perle. Vengono sottoposte al bombardamento di radiazioni non visibili, particelle atomiche o subatomiche per modificare il colore.

J

Jomon - Perla più antica della quale si hanno notizie. E' giapponese ed ha più di 5.500 anni.

K

Kan - antica unità di misura giapponese utilizzata per la massa delle perle. Corrisponde a 1000 momme (= 3,75 kg).

Karasu
- [vedi "Hyriopsis schlegeli"]

Kasumiga - Nome attribuito a perle giapponesi di coltura di acqua dolce, sferiche, con nucleo rigido costituito da perle Akoya di scarsa qualità, forate.

Kasumigaura
- [vedi "Hyriopsis schlegeli"].

Keshi - [vedi "perla Keshi"]

L

Lamellibranchi - [vedi "bivalvi"]

Lauegramma
- Figura ottenuta su apposite lastre per diffrazione dei raggi X attraverso i cristalli di aragonite che compongono le perle. I lauegrammi delle perle naturali sono sempre senari, quelli delle perle di coltura sono senari e binari.

Linneo
- Carl von Linné, naturalista svedese. Nel 1761 ottenne le prime perle di coltura da Molluschi di acqua dolce, probabilmente perforando le conchiglie e introducendo sostanze estranee attraverso il foro. Il metodo rimane un segreto, perché lo studioso non lo divulgò.

Lucentezza (delle perle) - Riflesso vellutato prodotto dalla diffrazione della luce sul bordo degli strati sottilissimi di perlagione. Vedi anche oriente.

Lustro (delle perle) - [vedi "lucentezza"]

M

Mabe - Materiale composito costituito da uno strato di perlagione a superficie curva e di forma varia, riempito da materiali diversi, con chiusura basale di madreperla o di altro materiale (UNI).

Madreperla - Materiale gemmologico di origine organica o biologica adatto all'uso di adorno personale o di ornamentazione. Forma lo strato più interno o endostraco di ciascuna delle due parti o valve, che compongono la conchiglia dei Bivalvi, e dell'unica conchiglia spiraliforme dei Gasteropodi e dei Cefalopodi. L'endostraco è costituito da carbonato di calcio cristallizzato come aragonite. La conchiolina è presente come collante e le laminette di aragonite sono disposte con una tipica struttura "a mattone". Questo strato, dal caratteristico aspetto iridescente, costituisce lo strato madreperlaceo vero e proprio ed è simile, in struttura e composizione, alla perlagione delle perle.

Majorica - [vedi "perla di Majorca"]

Mallorca - [vedi "perla di Majorca"]

Manjari - Termine sanscrito che significa 'bocciolo'.

Mantello - Lembo cutaneo che si trova tra il guscio e il corpo del Mollusco. Consta di tre parti - Epitelio interno, tessuto connettivo, epitelio esterno.

Margarita - Termine latino che indicava la perla, derivato dal greco 'màrgaros', a sua volta originato dal sanscrito 'manjari'.

Margaritarii - Mercanti di perle nell'antica Roma, riuniti in una corporazione.

Matinee - collana di perle un po’ più lunga del girocollo e un po’ più corta dell'opera. Lunghezza 50,8-61 cm.

Melo melo - Mollusco marino perlifero della famiglia Volitidae. Di grandi dimensioni (20 cm), vive nelle acque dell'Asia sudorientale. Produce occasionalmente perle conch arancio rosate, gialle, brune, simili a quelle dello Strombus e molto ricercate.

Mezza perla - Perla incompleta, cresciuta contro la conchiglia. Non c'è continuità di strati perlacei nella parte piana basale.

Mikimoto - Kichimatsu Mikimoto, detto Kokichi Mikimoto, nato a Toba (Giappone) il 25 gennaio 1858, nel 1913 ottenne le prime perle sferiche di allevamento. A partire dal 1920 le sue perle di coltura furono commercializzate in Europa e negli Stati Uniti.

Mollusco - Animale invertebrato costituito prevalentemente da un capo e da un tronco, il tutto rivestito da una duplicatura cutanea (mantello), che di regola secerne una conchiglia, che può essere univalve o bivalve.

Mollusco perlifero - Mollusco che può produrre perle. I Molluschi comprendono 7 classi, solo tre delle quali includono specie perlifere - Bivalvi, Gasteropodi, Cefalopodi.

Mollusco triangolo - [vedi "Hyriopsis cumingi"]

Momme - Antica unità di misura giapponese per la massa. Tuttora usata per le perle di coltura di esportazione. 1 momme = 3,75 grammi = 18,75 carati.

N

Nautilidae - Famiglia dei Cefalopodi alla quale appartiene il genere Nautilus.

Nautilus - Unico Cefalopode tetrabranchiato vivente, considerato un "fossile vivente". La sua distribuzione areale è limitata al Pacifico sud-occidentale. E' rappresentato da poche specie - N. pompilius, N. macrophalus, N. scrobiculatus. Produce occasionalmente perle.

Nishikawa - Tokichi Nishikawa, ufficiale della pesca giapponese, ottenne alcune perle di coltura rotonde nel 1907. Richiese il brevetto nello stesso anno, ma gli fu concesso solo nel 1916, dopo la sua morte, e 50 giorni dopo quello di Mikimoto, che ne aveva fatto richiesta nel 1914.

Norma UNI - Regole scritte pubblicate dall'UNI, messe a punto da apposite commissioni tecniche, spesso ratificate in leggi, che in Italia disciplinano diversi settori merceologici. In campo gemmologico esistono la Norma 9758 (Diamante), 10173 (Classificazione del taglio), 10245 (Materiali gemmologici), 9810 (Denominazione dei colori). Le perle sono trattate nella norma 10245.

Nucleo organico - frammento di tessuto epiteliale introdotto in alcuni molluschi perliferi di acqua dolce per ottenere le perle di coltura senza nucleo o anucleate.

Nucleo rigido - Materiale introdotto appositamente nei molluschi perliferi mediante l'operazione di innesto per avviare la formazione della perla di coltura (con nucleo). Si tratta per lo più di una sferetta di madreperla, ma può anche essere una piccola perla naturale, oppure una sferetta di polvere di conchiglia e calcite, cementata da polimeri o, raramente, altro materiale rigido.

O

Opera - Collana di perle lunga 71-86 cm. Si può portare ad un solo filo oppure a più fili, come versatile girocollo.

Orecchio di mare - [vedi "Haliotis gigantea"]

Organico - Composto che si forma nella natura organica, oppure relativo alla chimica organica (costituito principalmente da carbonio, ossigeno e idrogeno), oppure materiale derivato da organismi viventi (es. avorio, corallo, perle). [vedi "biologico"]

Oriente - Fenomeno ottico, traslucidità calda e multicolore della superficie delle perle, prodotta dall'insieme di interferenza e di diffrazione. Visivamente, è il luccichìo della superficie che si osserva in un punto, quando la perla è posta in ombra. Il massimo grado di lucentezza è definito splendente.

Orquidea - [vedi "perla di Majorca"]

Ostrica - In senso stretto, mollusco marino commestibile, con conchiglia divisa in due valve disuguali (classe Lamellibranchi). [vedi anche "ostrica perlifera"]

Ostrica a labbra d'argento - [vedi "Pinctada maxima"]

Ostrica a labbra dorate - [vedi "Pinctada maxima"]

Ostrica a labbra nere - [vedi "Pinctada margaritifera"]

Ostrica perlifera - Definizione riferita generalmente ad ogni Mollusco bivalve (lamellibranco) dei mari caldi produttore di perle.

P

Palleale - Del mantello. Dal latino pallium (mantello) - si dice della cavità del corpo dei Molluschi in cui sono situate le branchie.

Pelecipodi - [vedi "bivalvi"]

Perla a bottone - Perla di forma semisferica, con strati perlacei anche nella parte appiattita.

Perla Abalone - [vedi "Haliotis gigantea"]

Perla Akoya - Perla di coltura prodotta dalla Pinctada martensi.

Perla Aloha - [vedi "perla di vasca"]

Perla Angelo - [vedi "perla di vasca"]

Perla Biwa - Definizione attribuita alle prime perle di coltura senza nucleo, o a nucleo organico, ottenute sul lago Biwa (Giappone) nel 1924, da un mollusco di acqua dolce, l'Hyriopsis schlegeli. La produzione su larga scala è avvenuta dal 1970 al 1980, tanto che il nome perle Biwa era stato attribuito erroneamente a tutte le perle di coltura di acqua dolce.

Perla blister - Bolla perlacea cava. E' semisferica e cresce contro la conchiglia.

Perla blister di coltura - Perla di coltura (di diametro compreso fra 12 e 25 mm) ottenuta fissando un nucleo di madreperla (3/4 o sferico) sotto il mantello del mollusco, a contatto con il guscio. I molluschi utilizzati sono la Pinctada maxima e la Pinctada margaritifera al termine del loro ciclo riproduttivo.

Perla composita - [vedi "Mabe"]

Perla dei Mari del Sud
- Perla di coltura (con nucleo) di grandi dimensioni. I diametri di queste perle variano da 9 a 17 mm, ma in rari casi possono raggiungere anche i 20 mm. Si dividono fondamentalmente in due gruppi - perle bianche, prodotte dalla Pinctada maxima, coltivate principalmente in Australia, ma anche in Indonesia, Filippine, Thailandia, Myanmar, fino a Okinawa; perle nere (delle quali fanno parte le leggendarie perle nere di Tahiti), prodotte dalla Pinctada margaritifera, coltivate in un'ampia fascia del Pacifico meridionale.

Perla di acqua dolce - Perla prodotta da molluschi perliferi di acqua dolce (fiumi, laghi, stagni). Può essere naturale oppure di coltura.

Perla di Boemia - perla di imitazione. Si tratta di una protuberanza di madreperla tagliata e lucidata nei minimi dettagli.

Perla di coltura - Materiale prodotto da molluschi perliferi in seguito ad intervento dell'uomo (UNI). Le perle di coltura si possono definire prodotti concrezionati, a composizione essenzialmente carbonatica, generati entro determinati molluschi in seguito all'intervento dell'uomo (diretto o indiretto).

Perla di coltura cinese - Perla di coltura prodotta in Cina, di acqua dolce, senza nucleo oppure con nucleo, ottenuta dall'Hyriopsis cumingi o dalla Cristaria plicata. Di recente in Cina sono state prodotte perle di coltura con nucleo solido, utilizzando l'Hyriopsis cumingi, lo stesso mollusco di acqua dolce dal quale si ottengono le perle di coltura senza nucleo sferiche e di grandi dimensioni. I nuclei di madreperla sono dello stesso tipo di quelli utilizzati per le perle di coltura di acqua salata e provengono da molluschi di acqua dolce cinesi o americani. A causa delle difficoltà tecniche incontrate e dei costi superiori, le perle di coltura con nucleo rappresentano ancora una piccola parte della notevole produzione annuale cinese di perle di acqua dolce, che ammonta a 1.000 tonnellate, delle quali 650 utilizzate in gioielleria.

Perla di coltura con nucleo - perla di coltura prodotta da molluschi perliferi mediante secrezione di perlagione attorno ad un nucleo rigido (generalmente di madreperla) introdotto nel mollusco da un tecnico esperto mediante l'operazione di innesto. All'inizio degli anni '90 i giapponesi hanno utilizzato anche nuclei di polvere di conchiglia e calcite assemblata con polimeri e tinta.

Perla di coltura giapponese
- perla di coltura prodotta in Giappone, ottenuta da molluschi di acqua salata (perle Akoya) oppure da molluschi di acqua dolce (Hyriopsis).

Perla di coltura migliorata - [vedi "perla di vasca"]

Perla di coltura senza nucleo - Perla di coltura prodotta quasi esclusivamente da molluschi perliferi di acqua dolce mediante secrezione di perlagione attorno ad un nucleo organico (un frammento di epitelio di un altro mollusco). E' detta anche anucleata. Le maggiori coltivazioni sono in Cina (perle ottenute dall'Hyriopsis cumingi e dalla Cristaria plicata) e in Giappone (perle ottenute dapprima dall'Hyriopsis schlegeli e ora da un ibrido fra l'Hyriopsis schlegeli e l'Hyriopsis cumingi).

Perla di Haliotis - [vedi "Haliotis gigantea"]

Perla di imitazione - Materiale di qualsiasi composizione, costituito da una o più parti di origine naturale e/o artificiale prodotto dall'uomo per ottenere la forma e l'aspetto delle perle (UNI). E' fabbricata interamente dall'uomo con tecnologie diverse, senza impiego di molluschi.

Perla di Majorca - Perla di imitazione. Sferetta di vetro opalescente ricoperta con essenza d'Oriente e successivamente immersa in un bagno di acetato limpido di cellulosa e in un bagno di nitrato di cellulosa. Sono simili alle perle di Majorca altre imitazioni (perle di Majorica, Mallorca, Orquidea), la cui parte centrale può essere costituita anche da plastica e da porcellana.

Perla di Parigi - Perla di imitazione. Sferetta di vetro soffiato, rivestita internamente con essenza d'Oriente e successivamente riempita con cera.

Perla di Pinna - [vedi "perla naturale di Pinna"]

Perla di Roma - Perla di imitazione. Sferetta di alabastro ricoperta da sostanza iridescente (colla di pesce, scaglie lucenti di ostriche, polvere di madreperla).

Perla di rose di Turchia - Perla di imitazione. Sferetta tagliata da un impasto omogeneo di petali di rosa (pestati, essiccati, bagnati più volte con acqua di rose e compattati). Lucidata con olio di rosa, ha una profumazione tenue e delicata.

Perla di Tahiti - [vedi "perla dei Mari del Sud"]

Perla di vasca - Perla di imitazione. Le "perle di vasca" (nome decisamente improprio) sono sferette di madreperla immerse in vernici a base di sostanze plastiche, miscelate a carbonato di piombo, mica, ossido di titanio, quindi ricoperte da pellicole iridescenti di nylon. Sono commercializzate spesso con altri nomi impropri di fantasia (Angelo, Sheba, Mikomo, Takara, Kobe, Nikko, Sumo, Fijii, Aloha) o, peggio, perle di coltura migliorate.

Perla di Venezia - Perla di imitazione. Sferetta di vetro alla quale, durante la fusione, vengono aggiunte sostanze di aspetto madreperlaceo.

Perla Fiji - [vedi "perla di vasca"]

Perla francese - [vedi "perla di Parigi"]

Perla Keshi - Perla di coltura che si forma accidentalmente nelle gonadi dei molluschi perliferi di coltivazione che sono stati in precedenza sottoposti ad innesto. Ha generalmente forma irregolare e non contiene nucleo.

Perla Kobe - [vedi "perla di vasca"]

Perla imitazione - [vedi "perla di imitazione"]

Perla Mikomo - [vedi "perla di vasca"]

Perla naturale
- Concrezione prevalentemente carbonatica prodotta da molluschi (UNI) di specie diverse, che vivono e si riproducono in acque salate oppure in acque dolci, con le stesse sostanze che costituiscono la loro conchiglia. E' un prodotto biologico, il risultato di una reazione di difesa del mollusco contro un corpo estraneo (parassiti, larve, frammenti di guscio, cellule morte di tessuto connettivo) penetrato accidentalmente nella conchiglia.

Perla naturale di acqua dolce - perla prodotta spontaneamente da molluschi di acqua dolce. Le migliori si trovano nelle conchiglie del genere Unio, che vive nei fiumi dell'Europa, dell'Asia e dell'America. Nel Nord America sono particolarmente conosciute ed apprezzate le perle del fiume Mississippi.

Perla naturale di acqua salata - Perla prodotta spontaneamente da molluschi di acqua salata. I generi più importanti fanno parte delle famiglie - Pteridae, Pinnidae, Tridacnidae, Placunidae, Strombidae, Haliotidae, Volitidae, Nautilidae. Perla naturale di Pinna tipologia di perla di acqua salata, prodotta dalla Pinna nobilis. Può avere colorazione rosata o rossastra, arancione, giallognola o bruna fino a nera (negli esemplari delle isole Pines e della Nuova Caledonia). L'oriente è scarso, la forma rotondeggiante oppure allungata, a goccia o a pera. La struttura è particolare, di tipo alveolare - osservata ad elevato ingrandimento la superficie appare costituita da microscopici poligoni, che costituiscono le basi di sottili piramidi che si dipartono dal centro della perla. La parete di tali piramidi è formata da conchiolina, l'interno da carbonato di calcio con struttura cristallina prismatica (calcite).

Perla nera - perla di tinta dominante nera (o molto scura), iridescente. Le perle nere naturali sono molto rare. Attualmente il termine è generalmente usato per indicare le perle di coltura di Tahiti, di colorazione scura naturale. Vedi anche perla dei Mari del Sud.

Perla Nikko - [vedi "perla di vasca"]

Perla rosa - Concrezione calcarea prodotta dallo Strombus gigas, dovuta ad un'irritazione causata da un corpo estraneo, esattamente come accade negli altri molluschi perliferi. Tuttavia, alcuni autori sostengono che tali perle siano calcoli renali. Le perle rosa sono di dimensioni piuttosto ridotte; in genere non superano i 2-3 mm di diametro ed hanno una massa di 0,8-1,2 grani (= 0,2-0,3 carati). Molto rari gli esemplari che superano i 40 grani di massa. Le forme sferiche sono rare, mentre più frequenti sono le forme barocche arrotondate. Il colore presenta diverse tinte, da rosa in varie sfumature a rosa "salmone" (molto pregiate), a giallo, bruno (raramente bianco) ed è dovuto alla presenza di un pigmento organico della famiglia dei carotenoidi. Le più ambite sono le tinte rosa-porpora di media saturazione. Le perle rosa hanno una tessitura tipica a fiamme iridescenti. Come composizione, sono costituite principalmente da cristallini di aragonite, con piccole percentuali di calcite, sostanza organica e acqua. Sono solo naturali. Sino ad ora non si è riusciti ad ottenerle per coltivazione.

Perla rossa-porpora - Perla di tinta dominante rossa-porpora, iridescente, prodotta dall'Haliotis rufescens.

Perla Sheba - [vedi "perla di vasca"]

Perla South Sea - [vedi "perla dei Mari del Sud"]

Perla Sumo - [vedi "perla di vasca"]

Perla Takara
- [vedi "perla di vasca"]

Perlagione - Materiale composto da aragonite, conchiolina e piccole percentuali di elementi diversi [vedi "composizione chimica"] che costituisce gli straterelli che formano le perle naturali e la parte più esterna (che ricopre il nucleo) delle perle di coltura con nucleo.

Perlifero - che produce o che contiene perle.

Perna
- termine latino che letteralmente significa "coscia di maiale". Era riferito alla conchiglia di Pinna nobilis.

Perula (oppure pirula) - Termine latino riferito alla perla, probabilmente per la forma sferica (sphaerula, pronunciata 'sperula').

Pietra di Pinna - [vedi "dar"]

Pig-Toe
- [vedi "Pleurobema cordatum"]

Pinctada margaritifera
- Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Si diversifica in varie sottospecie - Pinctada margaritifera cumingi, che raggiunge i 26-27 cm di diametro, è molto comune in Polinesia, è detta conchiglia o ostrica a labbra nere ed è utilizzata per la coltivazione delle perle nere di Tahiti, note come perle nere dei mari del Sud; Pinctada margaritifera erythrensis, che si trova nel mar Rosso, coste del Madagascar, Tanzania, Seychelles, Australia del Nord, isole Ryu-Kyu, America centrale, dove assume anche nomi locali; Pinctada margaritifera persica, che vive nel Golfo persico e lungo le coste indiane.

Pinctada martensii
- Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Raggiunge al massimo i 10 cm di diametro. Vive nei mari del Giappone ed è conosciuta come Akoya-gai. E' utilizzata per la coltivazione delle perle giapponesi Akoya. La madreperla è bianca con sfumature rosate.

Pinctada mazatlantica
- Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Vive lungo le coste del Messico (Baja California) e di Panama. La conchiglia ha il bordo interno verde e il colore esterno è giallo o bruno chiaro. Raggiunge un diametro massimo di 20 cm ed ha fornito un discreto numero di perle nere.

Pinctada maxima
- Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Possiede una conchiglia che può crescere anche fino a 30 cm di diametro e avere massa fino a 5 chili. E' detta anche conchiglia o ostrica a labbra d'argento oppure conchiglia o ostrica a labbra dorate per la colorazione argentata oppure dorata delle valve. E' diffusa soprattutto nelle acque di Australia, Indonesia, Filippine, Polinesia. E' utilizzata per la coltivazione di perle bianche di grandi dimensioni, note come perle bianche dei mari del Sud.

Pinctada penguin - Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. E' denominata anche Pteria penguin. Il guscio è grande, multicolore (da rosa chiaro a rosso scuro, con lucentezza bluastra) e iridescente. E' utilizzata per la produzione di perle Mabe a Amamioshima, presso Okinawa, in Giappone.

Pinctada radiata - Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Vive nel Golfo Persico, lungo le coste indiane e del Venezuela.

Pinctada vulgaris - Mollusco bivalve perlifero marino, della famiglia Pteridae. Misura 10-12 cm di diametro. Vive nell'Oceano Indiano, Mar Rosso, Golfo Persico.

Pinna nobilis - Specie di Bivalve più grande del Mediterraneo. La conchiglia ha forma allungata che si apre a ventaglio e può raggiungere i 90 cm di lunghezza. E' di aspetto corneo e piuttosto fragile. E' detta anche conchiglia-ala o sea-wing o wing-shell. Può produrre perle (naturali, denominate perle di Pinna), che hanno un aspetto e una struttura cristallina particolari.

Pinnidae - famiglia di Molluschi Bivalvi marini perliferi, alla quale appartiene il genere Pinna.

Pirula - [vedi "perula"]

Placuna placenta - Mollusco bivalve la cui conchiglia misura circa 15 cm. La valva destra è quasi piatta, mentre la sinistra è lievemente convessa. E' nota per la sua trasparenza, specialmente nei primi anni di crescita, tanto da essere denominata conchiglia-finestra oppure vetro cinese. Produce perle piccole, irregolari, opache, color del piombo.

Placunidae - famiglia di Molluschi Bivalvi marini perliferi, alla quale appartiene il genere Placuna.

Pleurobema cordatum - Mollusco di acqua dolce, che vive nel fiume Mississippi e nei suoi affluenti. E' conosciuto come Pig-toe. La madreperla ha una tipica colorazione bianca rosata ed è utilizzata per ricavare i nuclei rigidi delle perle di coltura di acqua salata.

Politura - Levigatezza della superficie della perla, che dovrebbe essere priva di imperfezioni (cavità, gibbosità, solchi, graffi, fratture).

Prodotto biologico - Materiale di composizione inorganica, organica oppure mista (inorganica e organica) formato da organismi viventi. Esempio - perle e coralli.

Pteria penguin - [vedi "Pinctada penguin"]

Pteridae - Famiglia di molluschi bivalvi marini perliferi, alla quale appartiene il genere Pinctada, uno dei principali molluschi perliferi.

Pulizia - Operazione di cura da effettuare prima di riporre le perle. Vanno pulite sempre con un panno morbido e, a periodi regolari, strofinate con un panno imbevuto di olio di legno di sandalo.

Q

Quadrula - Mollusco bivalve perlifero di acqua dolce.

Queen conch - [vedi "Strombus gigas"]

R

Radiografia - Pellicola fotografica speciale con emulsione più sensibile alle radiazioni corte. Si utilizza nell'analisi radiografica, che si basa sulla diversa permeabilità ai raggi X dei materiali che costituiscono le perle.

Ricopertura - Tipo di trattamento applicato alle perle. La superficie un po' ruvida delle perle può essere resa liscia e lucida mediante ricopertura con un tipo di silicone, il polidimetil-siloxano.

S

Sacca (perlifera) - Involucro a forma di sacco che si forma attorno ad un corpo estraneo che penetra profondamente nel mantello di un mollusco perlifero, trascinando con sé un frammento di epitelio secernente. Se l'epitelio riesce a vivere fuori della sua sede abituale, dà inizio alla formazione della sacca perlifera e della perla.

Sankakuho - [vedi "Hyriopsis schlegeli"]

San Jiao Bang - [vedi "Hyriopsis cumingi"]

Scaramazza
- Perla con superficie irregolare, anche se di forma rotonda.

Sea-Wing
- [vedi "Pinna nobilis"]

Senario - Detto di diagramma di diffrazione o diffrattogramma o lauegramma, nel quale compaiono sei macchie scure centrali, disposte ad esagono. Si ottiene esponendo all'azione dei raggi X un geminato di aragonite perpendicolarmente alla base pseudoesagonale. Due diagrammi senari di una perla, ottenuti in direzioni perpendicolari, indicano che si tratta di perla naturale.

Seta marina - [vedi "bisso"]

Shiwa-Gai - [vedi "Hyriopsis schlegeli"]

Spalla (di collana) - [vedi "graduata"]

Splendore - Luminosità tipica che emana dalle perle e che si osserva in un punto particolare, quando la perla è posta su un piano orizzontale.

Strombidae - Famiglia di molluschi perliferi della classe dei Gasteropodi, alla quale appartiene il genere Strombus.

Strombus gigas - Mollusco marino perlifero della famiglia Strombidae. Vive nell'Oceano Indiano e nei Caraibi. E' il più famoso produttore di perle conch. E' uno dei molluschi univalvi con conchiglia più grande. Può raggiungere un diametro di 30 cm e una massa di 3 chili. E' detta anche Queen conch o grande conch. La madreperla ha delicate sfumature rosa che la rendono particolarmente attraente. Produce perle rosa di aspetto porcellanoso. Ogni mollusco produce solo una perla e, almeno sino ad ora, non si è riusciti ad ottenerle per coltivazione.

Stuttura (delle perle) - Le perle sono costituitie da migliaia di straterelli di perlagione, così minuti da non essere visibili al microscopio neanche ad elevato ingrandimento. Inizialmente si forma una membrana sottile di conchiolina, a forma di reticella, nella quale si depositano poi in strati successivi i piccolissimi cristalli di aragonite.

T

Tessitura (delle perle) - I bordi degli straterelli di perlagione (struttura) che intersecano la superficie appaiono come sottili linee sinuose, che nell'insieme ricordano le isoipse di una cartina topografica oppure un'impronta digitale e che costituiscono la tessitura delle perle.

Tessuto connettivo - [vedi "connettivo"]

Tintura
- Tipo di trattamento applicato alle perle, che consente di modificarne artificialmente la colorazione. E' l'opposto della decolorazione. Si utilizzano diversi agenti chimici - olii vegetali, eosina, nitrato d'argento, ossidi metallici.

Trattamento
- Modificazione (attuata dall'uomo) delle proprietà chimiche e/o fisiche di un materiale gemmologico. Nelle perle - qualsiasi operazione atta a modificarne e migliorarne l'aspetto. I trattamenti più utilizzati sono - colorazione per impregnazione, decolorazione, esfoliazione, impregnazione con olio, infiltrazione, irraggiamento, ricopertura, tintura.

Treccia - collana di perle di lunghezza superiore a 114 cm.

Tre quarti (di perla) - Perla incompleta, cresciuta contro la conchiglia. [Vedi anche "mezza perla"]

Tridacna gigas - Mollusco bivalve perlifero marino della famiglia Tridacnidae. Ha una conchiglia eccezionale, che può raggiungere il metro e mezzo di lunghezza e oltre 200 chili di massa. La valva era utilizzata in passato come acquasantiera nelle chiese. Può produrre perle irregolari, opache, bianche, prive di iridescenza, denominate anche Conch.

Tridacnidae - Famiglia di molluschi bivalvi marini perliferi, alla quale appartiene il genere Tridacna.

Trigeminato - Geminato costituito da tre cristalli.

Tritigonia - Mollusco bivalve perlifero di acqua dolce.

Turbinidae
- Famiglia di molluschi perliferi della classe dei Gasteropodi, alla quale appartiene il genere Turbo.

Turbo petolatus - Mollusco univalve marino perlifero della famiglia Turbinidae. Vive nelle acque della Polinesia. Produce raramente perle gialle verdastre.

U

Umbone - Zona centrale in rilievo dalla quale hanno inizio gli anelli concentrici che ornano le valve dei Bivalvi. E' detto anche apice.

Unio margaritifera - Mollusco bivalve perlifero di acqua dolce più importante. La conchiglia è solida, di forma ovale, allungata. Vive in Nord America e in Europa. Le perle, note fin dai tempi dei romani, sono di piccole dimensioni ed hanno una gran varietà di tinte - bianche, rosate, grigie, brune, nere e miste. Dalla fine degli anni '80 negli Stati Uniti i molluschi del genere Unio sono utilizzati anche per coltivazioni.

Unionidae
- Famiglia di Molluschi Bivalvi perliferi di acqua dolce, alla quale appartengono i generi Anodonta, Cristaria, Hyriopsis, Unio.

Univalve - Che ha una sola valva. Detto di mollusco la cui conchiglia è un pezzo unico (Gasteropodi e Cefalopodi).

V

Valva - ciascuna delle due parti che formano la conchiglia dei molluschi bivalvi.

Vetro cinese - [vedi "Placuna placenta"]

Volitidae - Famiglia di molluschi perliferi della classe dei Gasteropodi, alla quale appartiene il genere Melo.

W

Wing-Shell - [vedi "Pinna nobilis"]

X

Xeroradiografia - Metodo di analisi basato sull'utilizzo delle normali apparecchiature di raggi X per radiografie. Componente essenziale del processo è la lastra xeroradiografica, costituita da una base di alluminio sulla quale viene depositato un sottile strato di selenio. Dopo l'esposizione alle radiazioni di un oggetto, si forma un'immagine elettrostatica latente, che viene evidenziata con un idoneo sviluppo a secco.

Y

Ye-Jing-Yang - Personaggio cinese al quale si fanno risalire i primi tentativi di ottenere perle di coltura, nel XII secolo. Introducendo alcune piccole figure di Budda tra il mantello e la superficie interna delle conchiglie dei molluschi, dopo due o tre anni si riusciva a raccoglierle ricoperte di madreperla.

Glossario delle perle curato della gemmologa Vanda Rolandi per www.voguegioiello.net
© Condenet.it s.r.l. 2004 - tutti i diritti riservati


Google
 
Web glossari.it